Settimana calda ma a tratti temporalesca

Buonasera a tutti!

Dopo una prima metà di giugno estremamente piovosa e più fresca del normale, la seconda metà del mese ha assunto connotati tipicamente estivi con caldo moderato e precipitazioni scarse e legate in prevalenza all'instabilità diurna. 

Nel corso della settimana che sta per iniziare la fase di caldo moderato proseguirà, ma torneremo a vedere fenomeni temporaleschi organizzati e localmente intensi in più occasioni a causa di un flusso umido di origine atlantica che tenderà a lambire il Nord Italia. Una prima manifestazione di questo flusso la avremo tra il pomeriggio e la serata di domani quando la coda di un sistema frontale in azione sui versanti esteri delle Alpi, associata a temporali, attraverserà buona parte dell'area montana del Triveneto (escluso probabilmente il settore trentino occidentale e meridionale) per poi spingersi nelle pianure del Friuli e forse del Trevigiano Orientale dove saranno possibili eventi di forte intensità per l'accumulo di umidità e calore nei bassi strati abbinato ad altre condizioni atmosferiche favorevoli a fenomenologia temporalesca intensa.

Martedì l'anticiclone rinforzerà temporaneamente e le probabilità di temporali saranno molto basse, mentre tra mercoledì e venerdì assisteremo al ritorno di condizioni favorevoli alla genesi di temporali non solo in montagna. Responsabili di questo cambiamento saranno correnti umide dai quadranti sud-occidentali in scorrimento tra l'anticiclone subtropicale presente sul Mediterraneo e un'estesa massa di aria fresca in azione sull'Europa centro-settentrionale. Trattandosi di correnti deboli e senza ondulazioni pronunciate è difficile al momento indicare le tempistiche e la localizzazione di questi fenomeni temporaleschi, tuttavia si può ipotizzare che in quei tre giorni, in un contesto di umidità elevata, celle temporalesche estese colpiranno a più riprese il Triveneto muovendosi lentamente da ovest ad est e privilegiando le zone centro-settentrionali soprattutto in una prima fase. Nelle pianure e nelle zone pedemontane temporali saranno più probabili ed estesi nelle ore serali e notturne. Stante l'elevato accumulo di energia nei bassi strati, saranno ancora una volta possibili locali temporali di forte intensità.

Da sabato pare che l'instabilità vada verso una decisa attenuazione per la rotazione delle correnti in quota dai quadranti nord-occidentali, ma resta una forte incertezza.

Per quanto concerne le temperature, i valori resteranno moderatamente superiori alla norma fin verso metà settimana, calando poi verso livelli in linea con la media del periodo tra giovedì e venerdì. Temporanei ma significativi sbalzi verso il basso si verificheranno nelle zone colpite dai temporali.

Buona serata e buona settimana.

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci