Residua instabilità e deciso rialzo termico

Buonasera a tutti!

Quella che si è aperta all'inizio di aprile è una fase eccezionale dal punto di vista meteorologico: mai, almeno negli ultimi 20 anni, si era vista una così persistente combinazione di elevata piovosità, scarso soleggiamento, temperature inferiori alla media e nevicate tardive sui monti nel bimestre aprile-maggio. In molti si staranno chiedendo quanto serva aspettare ancora per assistere ad una svolta decisa. Da domani le cose dovrebbero cambiare, quantomeno in misura parziale. Dopo giorni di cieli diffusamente nuvolosi e clima insolitamente fresco, le schiarite dovrebbero tornare a manifestarsi, soprattutto nelle zone lontane dai rilievi, e le temperature dovrebbero portarsi su valori consoni alla stagione (quindi valori massimi superiori a 20°C a bassa quota in caso di schiarite diurne).

Vanno tenute presenti due insidie: la prima è rappresentata dal notevole accumulo di umidità nei bassi strati derivante dalla lunga fase piovosa, un fattore che favorisce la formazione di nuvolosità medio-bassa segnatamente a ridosso dei rilievi e nelle valli; la seconda è la mancata affermazione di un'area di alta pressione in grado di annullare l'instabilità atmosferica. Come si nota in questa carta di previsione valida per venerdì prossimo, l'anticiclone delle Azzorre resta in una posizione defilata tra la sua sede naturale (le isole Azzorre, appunto) e le coste atlantiche dell'Europa, mentre sulle nostre regioni continua a scorrere un blando flusso di aria umida da WNW, con piccole ondulazioni cicloniche: 

Nei prossimi giorni rimarrà quindi la possibilità di precipitazioni pomeridiane o serali in forma di rovescio o temporale sparso, più elevata sui rilievi alpini meridionali, sulle Prealpi e le pianure interne. Il contesto tuttavia sarà, come detto, maggiormente favorevole a spazi soleggiati e anche questi fenomeni di instabilità avranno natura passeggera, in quanto non giungeranno fronti organizzati e corpi nuvolosi estesi. Si tratterà complessivamente di un ritorno alle condizioni tipiche della parte finale della primavera, che dovrebbero accompagnarci fino all'inizio della settimana prossima. Anche le temperature saranno prossime alla media del periodo. 

Buona serata!

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci