Tempo discreto con tendenza a nuovo peggioramento

Buonasera a tutti!

Le Alpi Orientali sono reduci da un evento per certi aspetti eccezionale: precipitazioni più persistenti e copiose delle attese hanno rovesciato aria fredda nelle valli chiuse abbassando la quota neve localmente fino a 2-300m nel Feltrino e in Val Tagliamento tra domenica e lunedì, cosa che non accadeva da decenni. Ragguardevoli sono stati anche gli accumuli di neve fresca raggiunti tra la Carnia e il Bellunese, con picchi di 1m in Friuli. Ed eccezionali infine sono stati anche gli accumuli di pioggia totalizzati in questo mese di aprile in molte località prealpine e pedemontane del Triveneto, con massimi di 800mm sulle Prealpi Carniche.

Assistiamo ora ad una tregua prevalentemente asciutta e soleggiata che durerà fino a giovedì mattina e che coincide con un rialzo delle temperature verso valori consoni all'inizio di maggio. Si segnala tuttavia lo sviluppo di cumuli pomeridiani specie sui rilievi, con possibili locali piovaschi o brevi rovesci a ridosso delle Prealpi.

Dal pomeriggio di giovedì avrà inizio un nuovo peggioramento con l'arrivo di abbondante nuvolosità associato a piogge e fenomeni di instabilità fino a domenica. Non si tratterà di fenomeni continui e diffusi, bensì di precipitazioni sparse e discontinue a prevalente carattere di rovescio o temporale e più probabili nelle ore pomeridiane. I fenomeni saranno più probabili nelle zone settentrionali ed orientali del Triveneto. 

Si segnala infine che i modelli iniziano a vedere una notevole irruzione di aria artica sull'Europa per il prossimo weekend. Masse d'aria insolitamente fredda dovrebbero valicare le Alpi tra sabato e domenica innescando una ciclogenesi sottovento alla catena alpina. Potrebbe quindi verificarsi un nuovo episodio di maltempo con forti venti e repentino calo delle temperature e della quota neve verso livelli insoliti per il periodo. Stante l'incertezza su tempistiche ed entità dell'evento si rimanda a successivi approfondimenti, ma in generale la dinamica responsabile del cambiamento vedrà un poderoso blocco anticiclonico tra Atlantico e Groenlandia, una figura barica in grado di rovesciare estese masse d'aria artica verso l'Europa, come si nota in questa carta di previsione valida per sabato 4 maggio: 

Buona serata e buon Primo Maggio!

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci