Imminente peggioramento

Buonasera a tutti!

Dopo una serie di giornate calde e in prevalenza soleggiate, è in corso un mutamento delle condizioni meteorologiche. Un vortice di bassa pressione colmo di aria fresca di origine atlantica sta infatti per raggiungere la Francia per poi spostarsi verso SE fino a posizionarsi in prossimità del Mar Ligure nel pomeriggio di domani come si può notare in questa carta di previsione rielaborata valida per le ore centrale di domani, venerdì 15 maggio:

Nel corso della tarda serata di oggi e nella notte seguente correnti umide dai quadranti sud-occidentali favoriranno lo sviluppo di temporali, più probabili sulle zone montane e pedemontane. Per quanto riguarda le pianure la previsione è più incerta, anche se certamente la probabilità di temporali è crescente man mano che ci si sposta verso nord. I fenomeni potrebbero risultare localmente di forte intensità.

In mattinata la situazione non cambierà di molto e saranno ancora probabili rovesci e temporali specialmente nelle aree settentrionali del Triveneto. Nel corso del pomeriggio le correnti tenderanno a ruotare da quadranti sud-orientali. A questo punto i fenomeni tenderanno a concentrarsi sul Veneto e sul Trentino, mentre nel Friuli Venezia Giulia si esauriranno a partire dalle aree orientale. Anche in Alto Adige le piogge tenderanno a cessare nella seconda parte della giornata. In prossimità della serata non si esclude la formazione di nubifragi anche autorigeneranti (celle temporalesche che si rigenerano sempre sullo stesso punto per ore scaricando grandi quantità di pioggia su aree molto localizzate) sul Basso Veneto ed in particolare sulle aree occidentali del Polesine e nelle Bassa Veronese. In queste aree gli accumuli pluviometrici potrebbero essere localmente ingenti. Eventuali aggiornamenti su questa possibile evoluzione verranno riportati qui sotto.

Nel corso della giornata di sabato dovrebbe persistere una certa nuvolosità, più compatta sulle aree pianeggianti e costiere dove saranno possibili residue piogge, più probabili e consistenti nel Basso Veneto. Soffieranno venti a tratti sostenuti dai quadranti orientali o nord-orientali.

Nella giornata di domenica l'espansione dell'anticiclone delle Azzorre verso le nostre regioni determinerà un deciso miglioramento con ampie schiarite e fenomeni del tutto assenti. Tempo stabile e soleggiato anche lunedì, in attesa di un nuovo possibile guasto meteorologico che i modelli intravedono intorno alla metà della prossima settimana. Su quest'ultima possibilità comunque vi sono ancora dubbi.

Per quanto riguarda le temperature, tra domani e sabato vi sarà un netto calo delle temperature massime, mentre le minime non dovrebbero subire grosse variazioni, mentre tra domenica e lunedì probabilmente si assisterà ad un ritorno a valori vicini a quelli registrati negli ultimi giorni, anche se il caldo dovrebbe essere più contenuto. Si tratterà comunque di temperature superiori alle medie di metà maggio.

Come anticipato, eventuali aggiornamenti sull'evoluzione meteorologica di domani verranno aggiunti qui sotto.

Buona serata!

Aggiornamento del 15/05/15, ore 21.10:

Nell'approfondimento di ieri sera si parlava della possibilità di nubifragi serali tra Basso Veneto e Veronese. Ebbene, alla luce dell'evoluzione attuale tale rischio non dovrebbe sussistere per le aree suddette in quanto tali nubifragi si stanno scatenando più a SW, nella pianura emiliana ed in particolare tra Modenese, Reggiano e Parmense. Le forti precipitazioni dovrebbero insistere per ore in questa zona e non dovrebbero spostarsi verso nord-est. 

Per la giornata di domani si conferma la probabile presenza di nuvolosità anche compatta, ma con fenomeni generalmente scarsi, più probabili nel Basso Veneto. Non si esclude inoltre qualche breve rovescio pomeridiano sui rilievi di Veneto e Trentino Alto Adige. Deciso miglioramento domenica con soleggiamento e temperature in aumento.

Buona serata!

 

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci