Debole peggioramento tra domani e Pasqua, miglioramento a Pasquetta (aggiornato per Pasquetta)

Buonasera a tutti! 

Negli ultimi giorni le nostre regioni sono state interessate da un flusso di correnti nord-occidentali. Le Alpi hanno bloccato le perturbazioni in discesa da NW, garantendo condizioni di tempo stabile e in prevalenza soleggiato ovunque, salvo in prossimità dei confini austriaci dove si sono verificate alcune piogge a tratti, gli ultimi rimasugli delle intense precipitazioni che hanno colpito il versante settentrionale delle Alpi.

Tuttavia già in questo momento stanno sopraggiungendo nubi alte da ovest che rappresentano l'avanguardia di una saccatura in arrivo da NW, associata ad una debole perturbazione, il cui transito è previsto per tra domani e Pasqua. In questa carta di previsione per le ore centrali di domani è evidenziato l'asse della saccatura alla superficie isobarica di 500hpa e il suo movimento verso SE:

Osservando invece la situazione della pressione al suolo (le linee bianche nella mappa) si può notare un minimo di pressione (T) in prossimità del Mar Ligure. Questa bassa pressione è destinata ad approfondirsi e a spostarsi verso E/SE raggiungendo il Medio Adriatico da dove attirerà aria fredda da NE verso le nostre regioni. Questi venti da NE, secchi e in parte catabatici (di caduta dai rilevi), tenderanno a rendere modesti gli effetti del peggioramento in termini di precipitazioni. 

Nello specifico, domani si prevedono cieli nuvolosi o coperti con possibili precipitazioni, deboli o molto deboli, più probabili su Basso Veneto e, in forma nevosa oltre i 1000m circa, sui rilievi. In serata non si esclude il rapido transito di rovesci da NE verso SW a causa dell'ingresso dell'aria fredda da NE. Questi ultimi saranno più probabili in prossimità della pedemontana veneta e in generale sul Veneto occidentale e meridionale. Seguirà un deciso rinforzo dei venti da NE, soprattutto sulla Venezia Giulia, le coste e in alcuni settori della pedemontana soggetti a venti di caduta con questo tipo di correnti (Veronese, Bassanese, Trevigiano orientale, Pordenonese).

Nella giornata di Pasqua si assisterà ad un lento miglioramento con schiarite a partire da est. Non si esclude tuttavia la persistenza di qualche fenomeno tra la pedemontana e le prealpi del Veneto e il Basso Trentino, anche a carattere di rovescio nel pomeriggio in caso di schiarite. In presenza di rovesci la neve potrebbe scendere localmente fin verso i 600-800m, spesso in forma di neve tonda.

Per la giornata di Pasquetta le prospettive sono migliori, anche se rimane l'incognita di possibili fenomeni di instabilità pomeridiana determinati dal forte gradiente termico (differenza di temperatura), tra le quote medio-alte, dove continuerà ad essere presente aria fredda (zero termico previsto tra 900 e 1200m) e i bassi strati, dove il soleggiamento dovrebbe portare le temperature massime ad oltre 10°C. Non si escludono quindi locali rovesci pomeridiani, più probabili sul tratto prealpino veneto, dopo una mattinata soleggiata e limpida.

Attenzione infine al calo delle temperature con valori minimi che potrebbero scendere in prossimità dello zero anche in pianura, specie nella notte tra lunedì e martedì e valori costantemente negativi oltre 1300-1500m a Pasquetta.

Grazie per l'attenzione e Buona Pasqua a tutti!

Aggiornamento per Pasquetta

Nella giornata di domani, lunedì 6 aprile, si prevedono inizialmente cieli sereni e atmosfera limpida con temperature minime inferiori alla media del periodo e vicine allo zero anche in pianura con locali brinate. A partire dalle ore centrali formazione di nubi in prevalenza cumuliformi a partire dai rilievi friulani, in diffusione alle rimanenti aree montane. Sulle aree di confine con l'Austria saranno possibili deboli fenomeni, nevosi fino a 600-800m. Dal tardo pomeriggio saranno possibili rovesci locali o al più sparsi, in genere deboli, in movimento dai rilievi verso le pianure, dapprima sul Friuli Venezia Giulia, poi anche tra Trentino e Veneto. Nelle aree interessate da rovesci la neve potrà spingersi fin verso i 500-700m, spesso in forma di neve tonda. Molte aree comunque dovrebbero rimanere all'asciutto e vedranno solo il transito di nuvolosità compatta. Non si esclude che in serata, in presenza di rovesci localmente più consistenti previsti in prossimità della costa e nel Basso Veneto, qualche fiocco di neve fra la pioggia possa raggiungere anche quote pianeggianti. Sempre in serata ci sarà un temporaneo rinforzo dei venti da NE.

Buona Pasquetta a tutti!

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci