Domani veloce peggioramento, poi fase di bel tempo

Buonasera a tutti!

Dopo la bella giornata odierna di stampo primaverile, domani è atteso un veloce e modesto peggioramento causato da un fronte in discesa da NW, seguito da aria fredda. Fin dal mattino si assisterà ad un aumento della nuvolosità, mentre nel pomeriggio precipitazioni sparse in genere deboli, ma localmente a carattere di rovescio, interesseranno buona parte del Triveneto, a partire dalle Alpi e dalla Venezia Giulia. Sui monti nevicherà in genere oltre 800-1200m, ma gli accumuli di neve fresca saranno in prevalenza scarsi e nelle zone esposte verranno spazzati via dai forti venti che seguiranno il fronte. Nel corso della serata i fenomeni tenderanno a concentrarsi sul Basso Veneto e le aree costiere, esaurendosi altrove. Nel contempo si assisterà ad un deciso rinforzo della ventilazione dai quadranti nord-orientali, con raffiche particolarmente forti su Triestino e lungo le coste (Bora) e in alcuni settori della fascia pedemontana (venti di caduta). Questi venti forti, secchi e relativamente miti a causa della componente favonica (venti di caduta dai rilievi alpini e carsici) renderanno modesto o nullo il calo termico nei bassi strati, mentre in quota l'afflusso di aria fredda farà perdere circa 5°C in poche ore portandosi sotto la media del periodo.

Nella giornata di giovedì residua nuvolosità alta lascerà il posto a schiarite via via più ampie nel corso della giornata, ma insisteranno i venti sostenuti su buona parte del territorio. Nei giorni seguenti prenderà avvio una fase di tempo stabile e soleggiato con atmosfera tersa e bassi tassi di umidità grazie al flusso di correnti nord-orientali in scorrimento tra una struttura depressionaria chiusa centrata tra l'Italia Meridionale e i Balcani, e una vasta area di alta pressione in espansione dell'Europa Occidentale verso quella centrale fino a formare un ponte con un'altra area anticiclonica posizionata in prossimità della Russia Europea, come si può notare in questa mappa di previsione rielaborata per lunedì 9 marzo: 

Rimane una certa incertezza sul quadro termico in quanto non è ancora chiaro se le nostre regioni saranno influenzate di più dalla circolazione mite anticiclonica o dalla circolazione fredda depressionaria. Indicativamente comunque le temperature si dovrebbero mantenere su valori vicini alla norma, mentre la scarsa nuvolosità e il basso tasso di umidità dovrebbero favorire marcate escursioni termiche tra la notte e il giorno. 

Questa situazione dovrebbe accompagnarci almeno fino alla metà della prossima settimana.

Buona serata!

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci