Caldo anomalo e tempo a tratti instabile

Buongiorno a tutti!

Negli ultimi giorni una depressione mediterranea ha portato maltempo in tutta Italia. Nel Triveneto le precipitazioni più rilevanti hanno riguardato il Veneto, con massimi intorno a 100mm sulle Piccole Dolomiti. E' terminata così la parentesi secca iniziata a metà aprile. Quello che invece prosegue e proseguirà indisturbato è il periodo di caldo anomalo che ormai continua da quasi un mese. 

Nei prossimi giorni la depressione tenderà a colmarsi, ma rimarrà una lacuna barica su tutta l'Europa Meridionale: sul bordo meridionale di un esteso campo di alta pressione posizionato sull'Europa Settentrionale, scorreranno infatti correnti più umide e piccole gocce fredde in quota, come evidenziato in questa carta sinottica di previsione valida per martedì prossimo: 

Questa situazione favorirà lo sviluppo quotidiano di nubi cumuliformi, associate a rovesci e temporali sparsi nelle ore pomeridiane e serali, più probabili nelle zone montane, ma con possibili sconfinamenti verso le pianure. L'instabilità dovrebbe essere leggera tra domani e lunedì, per poi intensificarsi a metà settimana quando saranno più probabili i suddetti sconfinamenti in pianura e saranno possibili precipitazioni non solo nelle ore pomeridiane e serali. In ogni caso saranno precipitazioni di breve durata e nel complesso si tratterà di giornate gradevoli e in prevalenza soleggiate, tipiche di questo periodo dell'anno. Lo schema barico non dovrebbe mutare in modo significativo almeno fino a venerdì prossimo, motivo per cui per una settimana non sono attese né condizioni di maltempo, né giornate di assoluta stabilità con assenza di fenomeni in tutto il territorio. 

Le temperature rimarranno su valori superiori alla media del periodo, in modo più significativo tra oggi e martedì. Le correnti da est in questo periodo dell'anno non sono fredde, a differenza di quanto accade in inverno. In questo caso inoltre, l'Europa Orientale presenta forti anomalie termiche positive ed è anche questa la ragione per cui seguiterà a far caldo.

Buona giornata!

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci