Fase asciutta con clima rigido

Buonasera a tutti!

La settimana che si sta per chiudere è stata decisamente movimentata. Dopo la breve nevicata in pianura di domenica scorsa, nelle giornata di lunedì correnti meridionali hanno portato un poderoso rialzo termico con balzo della quota neve fin verso i 2000m, mentre sacche di aria fredda intrappolate nelle vallate alpine determinavano locali episodi di gelicidio (pioggia che congela a contatto con il suolo). Nei giorni seguenti umide correnti occidentali hanno mantenuto il clima umido e mite, mentre nella notte tra venerdì e sabato un fronte freddo ha innescato temporali tra Pordenonese, Trevigiano e Vicentino con sorprendenti brevi nevicate fino a quota di pianura tra Asolo e Bassano, ai piedi del Monte Grappa.

Da ieri l'aria si è seccata e l'atmosfera è limpida, segno che la fase perturbata è terminata e si apre un periodo anticiclonico, caratterizzato dalla prevalenza di tempo soleggiato, salvo due piccole insidie locali che vanno segnalate. Innanzitutto non si possono del tutto escludere locali brevi rovesci con eventuali episodi di gragnola nel pomeriggio di domani lungo le coste del Basso Veneto, malgrado la probabilità sia molto bassa. In secondo luogo le perturbazioni che nei prossimi giorni interesseranno i versanti esteri delle Alpi in seno ad un flusso da NW potrebbero portare qualche nevicata da sfondamento nei settori settentrionali dell'Alto Adige, specie tra mercoledì e venerdì. Si segnala inoltre la possibilità di un deciso rinforzo dei venti da NW sulle Alpi nella giornata di sabato, con eventuali episodi di Foehn nelle valli. 

Per il resto come detto l'atmosfera sarà tranquilla e potrebbe favorire la formazione di foschie o locali nebbie nelle basse pianure e in qualche vallata alpina. Il clima sarà freddo in pianura e nelle valli, mentre sui monti il gelo iniziale lascerà il posto a temperature più miti a metà settimana. In alcune valli ombrose e soggette ad uno scarso ricambio d'aria è probabile la formazione di brina e galaverna in misura sempre più rilevante con il passare dei giorni. Ed è proprio con una foto della galaverna, scattata nei pressi di Feltre (BL) nel dicembre 2016 che si conclude l'articolo. Buona serata e buona settimana!

 

 

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci