Settimana fresca e in prevalenza asciutta

Buonasera a tutti!

Il mese che si sta avviando alla conclusione si è rivelato insolitamente fresco, tanto che molte località del Triveneto presentano anomalie termiche negative superiori a 2°C rispetto alla medie degli ultimi 20 anni. E' stato anche un mese generalmente piovoso, in particolare lungo le coste e nelle pianure di Veneto Orientale e Friuli Venezia Giulia, dove gli accumuli mensili sono localmente eccezionali. 

In questi giorni il Triveneto è interessato da una blanda circolazione depressionaria che si muove dall'Europa Orientale verso la Francia, con moto retrogrado (contrario alle correnti dominanti a queste latitudini). Dopo le piogge sparse di ieri, gli effetti ora si limiteranno a tratti di nuvolosità, più consistente sulle Alpi dove non si possono escludere piovaschi o deboli rovesci pomeridiani fino a mercoledì, in un contesto termico ancora una volta fresco. Tra giovedì e sabato invece prevarranno condizioni di tempo soleggiato con valori termici nella media.

A livello di circolazione atmosferica generale, assistiamo ad una situazione anomala, dettata da un lato dal persistente sbilanciamento dell'anticiclone delle Azzorre verso la Penisola Iberica e il Maghreb, dall'altro da un solido blocco anticiclonico posizionato sulla Scandinavia. Quest'ultimo sbarra la strada alle piovose perturbazioni atlantiche, costrette a risalire verso l'Islanda e la Groenlandia. Tuttavia a tratti le depressioni atlantiche riescono ad aprirsi un varco tra i due anticicloni di blocco, raggiungendo il Mediterraneo dove si sviluppa una blanda circolazione depressionaria secondaria, alimentata anche dall'afflusso di aria fresca dai quadranti orientali presente sul bordo meridionale dell'anticiclone scandinavo. Questo tipo di schema circolatorio potrebbe accompagnarci anche nei primi giorni di ottobre e spinge a ritenere probabile il proseguimento della fase fresca in corso. Per quanto riguarda le precipitazioni, tutto dipende dalla difficilmente prevedibile evoluzione della circolazione depressionaria mediterranea e dalla sua interazione con le perturbazioni che riescono ad aprirsi la strada dal suddetto varco. Sembra comunque possibile un guasto delle condizioni meteorologiche a partire da domenica.

Per finire ecco una carta di previsione rielaborata che mostra le precipitazioni previste sull'Europa e le aree limitrofe da qui fino alla fine del mese. Data la configurazione di blocco, si può facilmente notare lo schema circolatorio sopra descritto, con l'aiuto delle frecce (correnti in quota) e delle linee rosse (anticicloni di blocco):

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci