Ancora tempo instabile

Buonasera a tutti! 

Dopo un mese di maggio molto piovoso e più fresco del normale su buona parte del Triveneto, anche nei primi giorni di giugno il tempo è risultato instabile con temperature inferiori alla media del periodo. Il tutto a causa di una estesa area depressionaria che staziona da giorni tra la regione alpina e la Mitteleuropa. Questa depressione con il passare del tempo si sta colmando lasciando il posto ad una situazione detta di "palude barica", senza una precisa connotazione ciclonica o anticiclonica, ma favorevole all'instabilità diurna.

Queste condizioni di instabilità ci terranno compagnia ancora a lungo, probabilmente fino alla metà della prossima settimana. Stante la debolezza delle correnti che caratterizzano la palude barica, i rovesci temporaleschi tendono a rimanere quasi stazionari e per questo motivo gli accumuli pluviometrici risultano molto irregolari e localmente si possono verificare nubifragi. La localizzazione di questi fenomeni non è prevedibile, ma tendenzialmente questi sono meno probabili lungo le coste, poiché la brezza marina tende ad inibire lo sviluppo dei cumuli (mentre appena all'interno lungo la linea che separa l'area interessata dalla brezza da quella risparmiata da essa, lo sviluppo di rovesci e temporali è probabile).

Per quanto riguarda le temperature, è atteso un progressivo e modesto rialzo termico, con valori che dovrebbero portarsi nella media del periodo.

Per finire, ecco due foto di una shelf cloud (nube a mensola), transitata su Montebelluna (TV) durante il  pomeriggio temporalesco di lunedì 30 maggio:

 

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci