Tendenza a peggioramento

Buona domenica a tutti!

Il mese di aprile è risultato nel Triveneto generalmente più caldo e secco della norma. Tuttavia tra gli ultimi giorni del mese e i primi giorni di maggio c'è stata una fase decisamente fresca con numerosi episodi nevosi sui monti, talora anche sotto i 1000m. In questi giorni invece è tornato il bel tempo e le temperature sono risalite raggiungendo punte intorno a 25°C in pianura.

Adesso andremo incontro ad un progressivo ma deciso deterioramento delle condizioni meteorologiche a causa dell'avvicinamento di una depressione dalla Penisola Iberica. Già tra domani e martedì le correnti umide dai quadranti sud-occidentali sospingeranno due corpi nuvolosi verso le nostre regioni. Il primo transiterà tra la mattinata e il pomeriggio di domani portando nuvolosità diffusa ma fenomeni scarsi o assenti, in ogni caso più probabili nelle aree occidentali del Triveneto. La seconda perturbazione, anche se sempre debole, dovrebbe portare deboli precipitazioni quasi ovunque nel corso della mattinata di martedì.

Il peggioramento più intenso si avrà tuttavia tra il pomeriggio di mercoledì e la giornata di giovedì quando la depressione investirà le nostre regioni preceduta da un flusso di aria umida dai quadranti meridionali. Non sono ancora ben definite le modalità di questo peggioramento, ma sembra che si possa trattare di un evento intenso con piogge abbondanti e possibili nubifragi. Ad esempio in questa mappa di previsione del modello meteorologico Ecmwf, relativa alla notte tra mercoledì e giovedì, si nota come il Triveneto potrebbe trovarsi nell'area dove le correnti in quota tendono a divergere, situazione che in genere favorisce precipitazioni di forte intensità:

Malgrado si tratti di un flusso di aria piuttosto calda, oltre che umida, la nuvolosità e le precipitazioni dovrebbero favorire un progressivo calo termico, specialmente in riferimento alle temperature massime.

L'evoluzione per i giorni seguenti appare al momento incerta, tuttavia sembra probabile un affondo depressionario a carattere freddo verso l'Europa Centrale che potrebbe rinnovare condizioni di tempo instabile o perturbato sulle nostre regioni. Questa situazione comunque non dovrebbe sorprendere: in base alle medie pluviometriche storiche in buona parte del Triveneto si registrano due picchi di piovosità, uno tra maggio e giugno, l'altro tra ottobre e novembre. Mediamente quindi maggio è un mese molto piovoso.

Buona giornata!

 

 

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci