Il ritorno della neve sulle Prealpi (foto)

Buonasera a tutti!

Dopo un mese di dicembre eccezionalmente secco e mite sui rilievi, finalmente in questi primi giorni del 2016 la neve è tornata ad imbiancare le nostre montagne. Si è trattato di nevicate di modesta entità che hanno interessato soprattutto la fascia prealpina, mentre le aree interne delle Alpi hanno ricevuto apporti nevosi esigui che mantengono eccezionale la situazione dell'innevamento alle alte quote dove sono mancati i tradizionali grandi accumuli nevosi autunnali. Nelle giornate di sabato 9 e lunedì 11 due perturbazioni atlantiche dovrebbero portare nevicate anche sulle Dolomiti anche se, contrariamente a quanto sembrava fino a ieri, le ultime emissioni modellistiche hanno ridotto sensibilmente gli accumuli previsti (difficilmente si supereranno i 20-30cm sui rilievi di Veneto e Trentino Alto Adige, mentre fenomeni più abbondanti dovrebbero interessare i rilievi friulani). Sulle Prealpi al contrario l'afflusso di aria mite dovrebbe alzare la quota neve fino a oltre 1500m, con conseguente fusione della neve accumulatasi nei giorni scorsi. 

Tornando al tema iniziale, tra il 31 dicembre 2015 e il primo giorno di quest'anno aria fredda continentale è affluita sulle nostre regioni. Nella giornata di sabato 2 gennaio un fronte atlantico è giunto sulle nostre regioni portando le prime precipitazioni dopo circa 40 giorni di secco. La presenza dell'aria fredda ha favorito il manifestarsi di precipitazioni nevose fino a quote molto basse e localmente in pianura tra Veronese, Vicentino e pedemontana del Grappa con lievi accumuli al suolo. Queste foto sono state scattate nella Valle di San Liberale (versante trevigiano del massiccio del Grappa) proprio nel pomeriggio di sabato:

Nel corso della serata e della nottata seguente la quota neve si è alzata fino a 800-1000m sul versante meridionale delle Prealpi, mentre in Valbelluna, riparata dal richiamo di aria mite, le nevicate hanno interessato il fondovalle portando accumuli di 10-15 nel settore occidentale. Deboli nevicate hanno interessato anche i fondovalle del Trentino Alto Adige e in Venezia Giulia l'ingresso della Bora ha determinato un crollo termico: la neve ha imbiancato il Carso e spruzzate di neve hanno raggiunto persino Gorizia e Trieste. Nella giornata di lunedì un nuovo fronte da ovest ha attraversato il Triveneto. Sulle Alpi, le Prealpi e la pedemontana veneta i fenomeni sono stati scarsi o assenti, mentre, grazie all'aria fredda continentale affluita nelle ore precedenti, brevi nevicate hanno interessato parte della pianura veneta e, in particolare, la medio-bassa pianura friulana e il Goriziano dove si sono accumulati fino a 7-8cm di neve. Nei giorni seguenti il freddo ha mantenuto pressoché intatto il manto nevoso sulle Prealpi e questa era la situazione oggi pomeriggio sul Monte Archeson (1400m circa, Massiccio del Grappa):

Ultimi temporali in attesa di una nuova ondata di calore

Buonasera a tutti! 

Negli ultimi giorni abbiamo correnti atlantiche hanno portato temporali sparsi e temperature nei ranghi delle medie storiche del mese di luglio. Si è così interrotta una lunga fase di caldo intenso che ha portato questo ad essere il primo o il secondo (in alcune zone non è stato battuto il record del 2006) mese di luglio più caldo mai registrato nelle nostre regioni, oltre che un mese nettamente più secco del normale quasi ovunque.

Questa parentesi di normalità è destinata a finire presto, visto che tutti i modelli matematici concordano nella previsione di una nuova e decisa rimonta dell'anticiclone subtropicale verso il Mediterraneo Occidentale e l'Europa Centrale nel corso della prossima settimana.

Tuttavia nei prossimi due giorni una blanda saccatura in transito da ovest verso est creerà le condizioni per qualche episodio di instablità. Nella giornata di domani, sabato 1 agosto, fin dal mattino transiterà nuvolosità alta e stratificata da SW. Non si escludono pioviggini o brevi piovaschi già a partire dalla tarda mattinata, ma non si tratterà di fenomeni consistenti. Tra la sera e la notte invece potrebbe svilupparsi qualche rovescio o temporale sparso in spostamento da ovest verso est. I fenomeni non saranno diffusi e molte località potrebbero rimanere a secco.

Residui fenomeni potrebbero insistere nelle prime ore del mattino di domenica sulle aree orientali del Friuli Venezia Giulia. Nel pomeriggio una vivace attività temporalesca dovrebbe dare origine a nuovi rovesci e temporali sui rilievi alpini, con possibili sconfinamenti alle aree limitrofe, più probabili su Udinese e Venezia Giulia.

Nei giorni seguenti si assisterà all'espansione verso il Mediterraneo centro-occidentale e la regione alpina dell'anticiclone nordafricano, come si può notare in questa mappa di previsione rielaborata per giovedì 6 agosto:

Si può notare che l'asse di questa nuova rimonta africana è proprio diretto dal Maghreb verso la regione alpina, mentre le fresche correnti atlantiche (freccia blu) vengono deviate verso alte latitudini.

Avremo così tempo stabile e soleggiato in pianura, mentre le zone alpine dovranno fare i conti con i consueti temporali di calore pomeridiani, brevi ma localmente intensi. Le temperature saliranno rapidamente portandosi su valori ben superiori alla norma. Tra giovedì e venerdì è probabile che in molte località di pianura tornino a superare la soglia dei 35°C di temperatura massima, mentre le minime saranno diffusamente superiori a 20°C.

Buona serata e buon fine settimana a tutti!

Fase anticiclonica per tutta la prima decade di gennaio

Buonasera a tutti!

Dopo la fugace apparizione della neve fino a quote pianeggianti del 27 dicembre, seguita da alcune giornate di freddo intenso, con l'anno nuovo l'afflusso di aria insolitamente mite ha causato un repentino rialzo termico in montagna (oltre 15°C di sbalzo termico in 3 giorni) dove ieri si sono registrate temperature massime di 8°C/10°C a 1500m di quota. In pianura e nelle valli invece tale rialzo termico è stato più graduale e nelle ore notturne le inversioni termiche hanno consentito brinate diffuse.

Dopo il peggioramento a carattere prevalentemente nevoso di sabato scorso, il tempo si è mantenuto in prevalenza asciutto e soleggiato. Le cose non sono destinate a cambiare almeno per i prossimi 8-10 giorni, stante la persistente espansione dell'anticiclone delle Azzorre verso la Penisola Iberica, il Mediterraneo centro-occidentale e la regione alpina, una configurazione ben delineata da questa mappa di previsione per martedì 6 gennaio (la linea rossa delimita l'anticiclone):

L'unico disturbo è rappresentato da una sistema perturbato che in queste ore si sta addossando al versante settentrionale delle Alpi e che entro domattina determinerà deboli fenomeni sulle aree settentrionali dell'Alto Adige e possibili deboli nevicate anche sulle cime dolomitiche più settentrionali. Sulle rimanenti aree alpine e a tratti fin verso la pedemontana si attiverà invece il favonio, vento secco di caduta dalle Alpi, con raffiche anche intense, specialmente in quota.

Le correnti settentrionali dovrebbero impedire la formazione delle nebbie almeno fino a martedì; in seguito invece è probabile il ritorno di tale fenomeno a partire dalle basse pianure del Veneto.

Per quanto riguarda le temperature, l'ondata di gelo che nei prossimi giorni colpirà l'Europa Orientale e la Turchia (indicata dalla freccia blu nella carta di previsione che potete vedere sopra) lambirà lievemente le nostre regioni riportando le temperature su valori prossimi alla norma. Il calo termico, che avverrà entro lunedì, sarà più marcato in quota, dove maggiori erano state la anomalie termiche positive negli ultimi giorni.

Grazie per l'attenzione e buona serata!

Proverbi Meteo in dialetto

Questa è una raccolta di proverbi in dialetto a sfondo meteo (qualcuno no) senza ordine

Se siete a conoscenza di altri li inseriremo

 

"Proverbi Triveneti"

 

"A caminare a stravento se fa senpre fadiga."///
"A Jenaro tuti i veci va a ponaro."///
"A l'Imacolata se scumizia l'invernata."///
"A l'istà piove a contrà."///
"A la vizilia de San Joani piove tuti i ani. (24/6)"///
"A le prime aque de Agosto la tortora la va via."///
"A Marzo ogni mato va descalzo."///
"A San Bassan on fredo da can. (19/1)"///
"A San Belin el jazo sol caìn. (12/10)"///
"A San Clemente l'inverno mete el dente. (23/11)"///
"A San Donato el fredo l'è fato. (7/8)"///
"A San Gioachin el primo freschin. (20/8)"///
"A San Gorgon xe finio el tenpo bon."///
"A San Luca el ton el va in zuca. (18/10)"///
"A San Martin casca le foje e se beve el bon vin."///
"A San Matìo el bel tenpo xe finio. (21/9)"///
"A San Modesto el fredo vien col zesto. (12/1)"///
"A San Nicòlo tira la neve sol colo. (6/12)"///
"A San Saturnin la neve sol camin. (28/11)."///
"A San Tizian on fredo can. (16/1)"///
"A San Valentin el giazo no tien gnanca pì on gardelin. (14/2)"///
"A Sant'Agnese el fredo passa le sfese. (21/1)"///
"A Sant'Andrea el fredo el monta in carega. (30/11)"///
"A Sant'Antonio dala barba bianca o piova o neve no la manca."///
"A Sant'Ubaldo se fa vanti el caldo. (16/5)"///
"A Santa Catarina el fredo se rafina. (25/11)"///
"A Santa Catarina la neve se inchina."///
"A Santa Liberata freda l'invernata. (18/1)"///
"A Santa Lucia la note pì longa che ghe sia. (13/12)."///
"A Santa Madalena piove apena."///
"A Setenbre, chi xe esperto no viaja mai descuerto."///
"A somenare col vento se perde la somenza."///
"Ai du passa la nuvola del Perdon. (2/8)"///
"Al dì d'i morti la neve xe ale porte. (2/11)"///
"Alba rossa, o vento i joza."///
"Ano piovoso, ano de merda."///
"Aqua de Agosto, miele e mosto."///
"Candelora, de l'inverno semo fora, ma se piove e tira vento de l'inverno semo drento."///
"Cativo inverno, cativo istà."///
"Che Dio el ne varda dal seco tra le do Madone."///
"Chi che pianta de Aprile cava de Majo."///
"Chi che pissa contro vento se bagna la camisa."///
"Chi che xe al cuerto quando che piove el xe mato s'el se move."///
"Chi nasse de Lujo no speta comare."///
"Chi sòmena vento rancura tenpesta."///
"Chi vole on bel ajàro lo pianta de Jenaro."///
"Co l'Adolorata se va verso l'invernata."///
"A Sant'Andrea se veste tuta la fameja."///
"Co' canta le zigàle de Setenbre no conprare gran."///
"Co' la piova e col vento, a pescare e a trare no starghe ndare."///
"Co' la vaca tien su el muso, bruto tenpo salta suso."///
"Co' névega sola foja l'è on inverno che fa oja."///
"Co' ruza el ton, da calche parte piove."///
"Co' toneza de Jenaro chi ga quatro vache se ne magna on paro."///
"Da San Giorgio se sòmena l'orzo. (23/4)"///
"Da San Matia oncora neve par la via."///
"Dai Santi tote sierpa e guanti."///
"De Febraro calche mato va senza tabaro."///
"De istà ogni beco fà late, de inverno gnanca le bone vache."///
"De la Candelora el dì cresse oncora."///
"De Marzo no bisognarìa che pissesse gnanca na rana."///
"Stajon de erba, stajon de merda."///
"A Santa Catarina el jazo so la pissina."///
"Aqua de Aprile, fromento sol barile."///
"De San Michele la piova la bagna la pele."///
"De San Tomìo le zornade torna indrio."///
"Del bon tenpo e dela bona zente no se se stufa mai."///
"Dio manda el fredo secondo i pani."///
"Dopo i Santi, fora el tabaro e anca i guanti."///
"El primo de Aprile, miti le zuche che le vien come on barile."///
"El tenpo fà i mistieri."///
"Febraro inevà fà bela l'istà."///
"Fin a Nadale fredo no fà: braghe da istà; dopo Nadale el fredo xe passà, braghe da istà."///
"Fredo e fame fà on bruto pelame."///
"Gran fredo de Jenaro se incolma el granaro."///
"I dì dela merla l'inverno te dà na sberla."///
"I du Santi del giazo: San Luigino e San Paolino i porta l'Inverno de Giugno."///
"Agosto cola el pionbo."///
"L'altissimo de sora ne manda la tenpesta, l'altissimo de soto ne magna quel che resta, e in mezo a sti du altissimi, restemo povarissimi."///
"L'aqua de Giugno ruina el munaro."///
"Aprile tenperà e Majo suto, formento dapartuto."///
"I ùltimi de Jenaro, sèntate sol fogolaro."///
"Co'l galo canta so la zena, se no xe belo se serena."///
"In istà la vache va in montagna a fare le siore, e le siore va in montagna a fare le vache."///
"Incalmà in onore de San Francesco, se no'l taca de verde el taca de seco."///
"Agosto madura, Setenbre vendema."///
"Jenaro co la pòlvare, granaro de ròare."///
"L'aqua de Majo ingrassa el formento."///
"L'aqua de San Gaetano la tole l'afano. (7/8)"///
"L'arcobaleno ala matina bagna el beco ala galina."///
"L'aria de Febraro xe come on loamaro."///
"L'aria de martina xe na bona medesina."///
"L'inverno l'è el boia di' veci, el purgatorio di' putei e l'inferno di' poariti."///
"L'onbra d'istà fà male ala panza d'inverno."///
"La joza scava la piera."///
"La luna nuova la cava el seco."///
"Co' xe soleselo ghe n'emo on brazelo."///
"La neve decenbrina disisète volte la se capina."///
"Agosto conpisse, Setenbre madurisse."///
"L'aqua de San Gregorio fà ranpegare la végna."///
"La piova de primavera ghe ronpe la rogna ala tera."///
"La vigilia de San Joani piove tuti i ani."///
"Le ràcole ciama piova."///
"Aprile piovoso, ano frutuoso."///
"Luna nuova tri dì de piova."///
"Co' piove so la rosà tuto el dì se ghe n'a."///
"Majo fresco e ventoso fà l'ano copioso."///
"Marzo el se fà vanti, el merlo el fà noze coi so canti."///
"Jenaro e Febraro i xe du misi che va a paro."///
"Par San Paolo el jazo va al diavolo."///
"Par tuti i Santi, manegoti e guanti."///
"Na bona aqua de Febraro vale pì de on loamaro."///
"Né de inverno, né de istà tabaro e onbrela mai a ca'."///
"Nebia bassa bel tenpo la lassa."///
"Neve de Jenaro inpina el granaro."///
"La piova del'Assension fà bela la stajon."///
"No tona mai par gnente."///
"No vien Majo se no fiorisse le rose."///
"Nuvole in montagna no bagna la canpagna."///
"O dal cao o dala coa l'inverno vol dire la soa."///
"Par i Santi, neve sui canpi; par i Morti, neve sui orti."///
"Majo fresco, paja e formento."///
"Par San Barnabà el dì pì longo de l'Istà."///
"Piova d'Istà, beati che che la ga."///
"El tenpo no ghe fà torto a nissuni."///
"Se l'invidia fusse rogna, quanti che se gratarìa."///
"Scherza co i fanti ma assa stare i Santi."///
"La piovesina ingana el vilan: par che no piova e la spassa el gaban."///
"Piova o sole, le strighe va in amore."///
"Majo ortolan, tanta paja e poco gran."///
"Marzo suto e Aprile bagnà: beato chel contadin che ga somenà."///
"Par San Corado vèrzi la porta al caldo."///
"Jenaro suto, gran dapartuto."///
"L'aqua smarzisse i pali."///
"Piova de San Piero, piova col caldiero."///
"L'aqua de San Giacomo la fà miracoli."///
"Quando che piove el dì de San Gorgon, piove par na stajon. (9/9)"///
"Saco vodo no sta in piè."///
"L'aria de San Matìa (24/2) dura fin a San Giorgio, e l'aria de San Giorgio dura fin a S.Urban."///
"San Piero benedisse la tenpesta."///
"Marzo spolvarento, poca paja e tanto formento."///
"Majo piovoso, vin costoso."///
"Se Marzo buta erba Aprile buta merda."///
"Se Marzo no incodega, a Majo no se sega."///
"Se no fa caldo a Lujo e Agosto sarà tristo el mosto."///
"Se no piove a San Medardo piove a San Gervasio. (19/6)"///
"La piova de San Bernardin la roba pan, ojo e vin."///
"Rispeta el can par el so paron."///
"Agosto rinfresca el bosco."///
"Quando che l'omo xe pien de vin el te parla anca in latin."///
"Ala vizilia de San Piero vien fora so mare. (29/6)"///
"Marzo sventolon, more la piègora e anca el molton."///
"Se a San Medardo piova, dopo quaranta dì rifà la prova. (8/6)"///
"El tenpo e la rason xe senpre del paron."///
"Se el primo tenporale el se sente a vale, bon ano senza tonpesta; se da monte a matina, on ano de ruina; se tona a mezodì o sera, bon ano se spera; se'l primo ton vien dal mantovan, vale pì el saco del pan."///
"Se fà belo a San Gorgon la vendema va benon."///
"Se fà fredo a San Luigino, farà caldo a San Paolino. (21/6-22/6)"///
"Se Febraro no verdéga in Aprile no se sega."///
"Se Giugno sguaza poco vin in taza."///
"L'aqua de San Joani guarisse tuti i malani."///
"Piova de Jenaro, erba de Febraro."///
"De Novenbre, quando tona xe segnal de anata bona."///
"Se piove ai quaranta Santi, aqua par altretanti."///
"Majo fresco, fava e formento."///
"Quando le nuvole vien dal mare, ciapa i buò e va a arare; quando le nuvole vien dal monte ciapa i buò e va ala corte."///
"San Valentin, el jazzo no'l tien pì gnanca on gardelin."///
"Piove pì àneme al'inferno che neve de inverno."///
"Se Jenaro no fà el giazo, Febraro fà el pajazo."///
"Se Majo fà fresco va ben la fava e anca el formento."///
"San Gregorion el pole portare on robalton. (3/9)"///
"Puina in ponta, formajo in crosta e salame in coa."///
"Se piove a San Giorgio ghe sarà carestia de fighi. (23/4)"///
"Piova de San Roco la dura poco."///
"Par el seco xe bona anca la tenpesta."///
"Se vento no tra, fredo no fà."///
"Se Marzo resenta, fromento e polenta."///
"On pomo de matina te cava el cataro e te fa pissare ciaro."///
"Se piove a Santa Desiderata, casca la ua e resta la grata. (14/6)"///
"Suta de Agosto, tonpesta de Majo."///
"El vento forte inpiza el fogo o 'l lo stua."///
"Se piove a Sant'Urban ogni spiga perde on gran."///
"O prima o dopo se fà anca le zuche."///
"Quando le done fa la lissia sola via, l'inverno sbrissa via."///
"Se piove a Santa Bibiana, piove par quaranta dì e 'na setimana."///
"Quando Mercurio insaca Giove, in setimana piove."///
"No se pole avere la bota piena e la mojère inbriaga."///
"Stele fisse ciama piova."///
"Se Majo rasserena, ogni spiga sarà piena."///
"Se piove ai primi de Majo, nose e fighi fà bon viajo."///
"Se piove a Sant'Ana, la xe na mana."///
"Sole de vero porta al zimitero."///
"San Biasio, ultimo barbon marcante de neve. (3/2)"///
"Se'l tona el dì de San Duane, le cuche va sbuse e le nosèle vane. (24/6)"///
"No ghe xe pignata che covercio no la cata."///
"Marzo sventolaro fromento in granaro."///
"Se piove a San Paolo e Piero, piove par on ano intièro. (29/6)"///
"Quel che Lujo no vole, Setenbre no pole."///
"No bisogna domandarghe a l'osto se'l ga bon vin."///
"Stropa longa, inverno longo; stropa curta, inverno curto."///
"Maroni e vin novo, scoreze de fogo."///
"San Vincenzo, gran fredura; San Lorenzo, gran calura: l'uno e l'altro poco i dura."///
"Mai fare male par spetarse ben."///
"San Vidale, marcante de piova. (28/4)"///
"Libri, done e cavai no se inpresta mai."///
"Legna de fasso presto te vedo e presto te lasso."///
"La speranza xe el pan d'i poariti."///
"Par San Matio le jornade torna indrio."///
"Sole de vero e aria de fessura porta ala sepoltura."///
"La note xe fata pa' i alochi."///
"La boca no xe straca se prima no la sa de vaca."///
"Quando le nuvole va in montagna, ciapa la zapa e va in canpagna."///
"L'amore no xe fato solo de amore."///
"I schei vien de passo e i va al galopo."///
"I muri veci fà panza."///
"I difeti xe come i odori: li sente pì chi che ghe xe intorno che chi che li porta."///
"Quando la ràcola canta, piova tanta."///
"Quando a Otobre scurisse e tòna, l'invernada sarà bona."///
"Ghe xe pì tenpo che vita."///
"Par San Damàso el fredo al toca el naso."///
"El tenpo, el culo e i siuri i fà quelo ch'i vole luri."///
"Quando che l'Anzolo Michele se bagna le ale piove fin a Nadale."///
"Fin che ghe xe fià ghe xe speranza."///
"Ala Madona de Agosto rinfresca el bosco. (15/8)."///
"Fà la corte ale vecie se te vo' piasérghe ale zòvane."///
"Se piove a San Gregorion, piove tuta la stajon. (3/9)"///
"Quando el Monte ga el capelo o fa bruto o fa belo."///
"El sapiente sa poco, l'ignorante el sa massa, ma el mona sa tuto."///
"Neve novenbrina trédese volte la se rafina."///
"Soto la neve, pan; soto l'aqua, paltan."///
"Majo suto, gran dapartuto."///
"Beato l'Istà co tuti i pulzi e i zìmesi che'l ga."///
"El laòro dela sega el slonga i brazi e 'l scurza la tega."///
"El can de du paruni more de fame."///
"El cafè xe bon sentà, scotà e scrocà."///
"Drio ai ani ghe va el judizio."///
"Del pito el passo, del polo el volo."///
"Santa Fosca, se giazo la trova col fuso la scoa; se giazo no la ghe n'à catà, giazo la fà. (13/2)"///
"Quando che'l galo canta zo de ora, doman no xe pì el tenpo de 'sta ora."///
"Se piove a San Vito e Modesto, la ua va torla col zesto. (15/6)"///
"Co' se sta ben se more."///
"Co' na man se da e co' staltra se riceve."///
"Co' ghe n'è massa le cioche se beca."///
"Chi no sa rìdare no sa vìvare."///
"Santa Giuliana el fredo se rufiana. (16/2)"///
"Quando el Monte fa el pan, se no piove oncuò piove doman."///
"Chi davanti te leca de drio te sgrafa."///
"Quando che piove col sole le strighe fà l'amore."///
"Casa neta, dona regina."///
"Bela in fassa, bruta in piaza."///
"Sant'Omobon, neve o tenpo bon. (13/11)"///
"Beata chela sposa che la prima che la ga la sia na tosa."///
"Al son de la canpana (schei) ogni dona se fa putana."///
"A tirarse massa indrio se finisse col culo in rio."///
"San Prodocimo e San Daniele marcanti de neve. (7/11)"///
"A Messa, tuti no pole stare tacà al prete."///
"San Colonban el riva co la neve in man. (21/11)"///
"A dieta el mal se chieta."///
"Aqua setenbrina, velen par la cantina."///
"Amore senza barufa fà la mufa."///
"Amore, tosse e panza no se sconde."///
"Chi pì capisse pì patisse."///
"Co'l gran se incurva el contadin se indriza."///
"Rosso de sera bel tenpo se spera."///
"Dura depì na pignata rota che una sana."///
"Quando che'l sole se volta indrio, xe belo anca el dì drio."///
"Se no piove so l'olivela piove so la brazadela."///
"El pan del poareto xe senpre duro."///
"Se piove el dì de Santa Crose el fà cascare le nose."///
"L'istà de San Martin dura tri dì e on pochetin."///
"Fin che'l mèdego pensa el malà muore."///
"L'avaro farìa de manco de cagare par no butare via gnanca quela."///
"Quando xe ciara la montagna, magna, bivi e va in canpagna."///
"La mojère xe come na scoreza: o ti 'a moli o ti 'a sòfeghi."///
"Sa volì védare el diluvio universale, metì dodese preti a tola a magnare."///
"La roba in mostra xe quela che no se vende."///
"Le mosche le va drio ai cavai magri."///
"Magnà i gànbari se ciucia anca le zate"///
"Se piove el dì de San Gorgonio, autuno demonio."///
"Miti le straze int'on canton che vegnarà la so stajon."///
"Sant'Antonio Barbon (Abate) marcante de neve."///
"No fare el passo pì longo del ganba."///
"Par San Fredian la neve la va al monte e al pian."///
"Aria setenbrina, fresca la sera fresca la matina."///
"Oci mori, rubacuori; oci bisi, paradisi; oci celeste fà inamorare; oci bianchi fà cagare."///
"On ocio ala gata e staltro ala paèla."///
"Panza piena vole riposo."///
"Parenti mal de denti."///
"Rosso de matina, o piova o piovesina."///
"Pitosto che spàndarghene on jozo xe mejo bévarghene on pozo."///
"Prima de parlare, tasi."///
"Vento de Majo, poco tormento."///
"Ramo curto vendema longa."///
"Roba rara, roba cara."///
"Sa pì el papa e on contadin che el papa da elo solo."///
"Schei e amicissia orba la giustissia."///
"Se Giugno sguaza poco vin in taza."///
"Sete òmani no mena drento col caro quanto che na fémena la porta fora co la traversa."///
"Quando semo a San Simon, ogni straza la vien bon."///
"Signore, fà ca no sia beco; se ghe so', fà ca no lo sapia; se lo sò, fà ca no ghe bada."///
"Tanti paìsi e tante usanze, tante teste e tante panze."///
"Quando che se sente el ton da calche parte piove."///
"Marzo, par quanto tristo che'l sia, el buò al'erba e 'l cavalo al'onbrìa."///
"Se 'l dì de San Martin el sole se insaca, vendi el pan e tote la vaca; Se 'l va zo seren, vendi la vaca e tiente el fen. (11/11)"///
"Tore el ben quando el vien."///
"Se piove de San Gorgon, sete brentane e on brentanon."///
"Tra arte e busia se vende la marcanzia."///
"Se Sant'Antonio fa el ponte, San Paolo lo ronpe."///
"Tri calighi fà na piova, tre piove na brentana e tri festini na putana."///
"Tre volte bon fà mona Tri ani dura on sieve , tri sieve dura on can, tri can dura on cavalo"///
"Sant'Urban pastore de nuvole."///
"Zercio de luna, se no piove piovesina."///
"Se vènta ai tri de Marzo e al dì de San Gregorio, vènta par quaranta dì. (12/3)"///
"Tuti i stronzi fuma."///
"Se piove de San Duane, fen e paja deventa loame."///
"Tuto ga fine."///
"Uno roba la polpa e 'staltro ciapa la colpa."///
"Dicenbre se tole e no rende."///
"Vale depì na candela davanti che on candeloto de drio."///
"Quando che'l fumo va in tera, burasca se spera."///
"Vedendo uno te lo conossi mezo, co' 'l parla te lo conossi tuto."///
"Voja o no voja, Pasqua fà foja."///
"Quando piove par la Crose, bon el gran, triste le nose."///
"Santa Barbara benedeta, tien distante el fulmine e la saeta. (4/12)"///
"Vòltate indrio e te ghe ne vedarè de pezo"///
"Xe mèjo on mòcolo che 'ndare in leto al scuro."///
"Xe pì fadiga tasére che parlare."///
"Zapa sposa baile."///
"Volta i cai dopo na piova."///
"Toso tanto studiso, toso poco amoroso."///
"Tenpo e paja fà fare i néspoli."///
"Vento che sùbia e fogo de paja sbala presto."///
"Dicenbre, davanti el te scalda e de drio el te ofende."///
"Quando xe ciara la marina, magna, bivi e va in cusina."///
"Se piove sole Palme no piove sui ovi."///
"Se San Michele se bagna le ale, piove fin a Nadale."///
"Pòlvare de Jenaro la inpina el granaro."///
"Se va ben la matina, tuto el dì ben camina."///
"Se Otobre camina lento te pol èssare contento."///
"Sa volì ca ve lo diga ve lo digo: chi che casca in povertà perde l'amigo."///
"Rose e ortighe, mai amighe"///
"Tre burane fà na piova."///
"Se piove par San Vio al vin còreghe drio."///
"Tenpo, done e siuri i fà come che i vole luri."///
"Tante nosèle, tanta neve."///
"Santa Luzzia el fredo cruzzia. (13/12)"///
"Se San Michele no se bagna le ale, farà belo fin a Nadale."///
"Se piove sui cavajuni, bondanza de galine e ovi."///
"Se piove da la Madona, la xe oncora bona."///
"Se piove a San Duane se suga le fontane."///
"Se piove a San Bàrnaba la ua bianca la va via; se piove da matina a sera, va via la bianca e anca la nera. (11/6)"///
"Se piove a Pentecoste, tute le entrate no le xe nostre."///
"Santa Eulalìa el fredo la porta via. (12/2)"///
"Sant'Antonio Abate se no ghe xe el jazzo el lo fà, se'l ghe xe el lo desfa."///
"San Valentin dal fredo fin, l'erba la mete el dentin. (14/2)"///
"San Biasio, el fredo va adasio."///
"Sale bagnà ciama piova."///
"Rosso de matina la piova se avizina."///
"Quando se vede la raìna se no piove oncuò piove domatina."///
"Quando la canavera fà el penacio, tanta neve e tanto jazzo."///
"Quando che'l sole indora, nieve, nieve e nieve oncora."///
"Quando che tira vento, ghe xe fredo co ogni tenpo."///
"Quando che piove i mati se move."///
"Primavera de Jenaro la ruina el persegaro."///
"Primo de Agosto, capo de inverno."///
"A la Madalena zeole e pomidori par zena.(22Luglio)///
"Se te voi castegne e mosto che piova d'Agosto"///
"A San Bastian un'ora, un paso de can"///
"Chi lavora ea tera bagnada par tre ani la gà rovinada"///

 

Webcam Mare

Login

Il modulo login serve ai nostri Editori per loggarsi e scrivere gli articoli. Vuoi diventare un nostro Editore? Contattaci